villaggio tedesco

Gli elfi e il calzolaio

C’era una volta un calzolaio che, seppur lavorasse sempre con tanto impegno, stava attraversando un periodo difficile. Gli affari andavano male, lui e sua moglie avevano dovuto mettere mano a tutti i loro risparmi e i loro pasti si facevano sempre più poveri.

Una sera, poco prima di Natale, il calzolaio si ritrovò ad avere più solo cuoio a sufficienza per un singolo paio di scarpe. Andò a dormire molto preoccupato, ma deciso a dare il meglio di sé nel produrre la mattina dopo quell’ultimo paio di scarpe.

Quando la mattina arrivò, il calzolaio ebbe però una sorpresa: sul tavolo da lavoro, era comparso un paio di scarpe già pronto per essere venduto, di fattura eccellente.

Tanto era buona la qualità di quelle scarpe, che l’acquirente accettò di pagarle il doppio di quanto il calzolaio chiedeva di solito.

Con i soldi guadagnati, il calzolaio comprò cuoio per due paia di scarpe. Di nuovo, lo lasciò la sera sul tavolo da lavoro ma, di nuovo, la mattina dopo le scarpe erano già pronte senza che lui avesse fatto niente.

Per un po’ di giorni le cose andarono avanti così. Gli affari ricominciarono ad andare bene e il calzolaio riuscì a mettere di nuovo da parte un po’ di risparmi.

Una sera, lui e sua moglie decisero che volevano scoprire cosa succedeva durante la notte. Invece che andare a dormire, si nascosero a osservare la stanza da lavoro e aspettarono.

A mezzanotte, una dozzina di piccoli elfi comparve nella stanza e si mise a lavorare sul cuoio che il calzolaio aveva lasciato lì. Erano dunque loro che ogni notte producevano quelle scarpe eccellenti.

La moglie del calzolaio decise che era giusto ricompensare quelle creature per tutto l’aiuto che avevano dato. Cominciò allora a cucire per ogni elfo una piccola camicia, una piccola giacca e un piccolo mantello.

Quando ebbe finito, lasciò tutto sul tavolo da lavoro; anche quella notte, lei e il marito rimasero nascosti a osservare quello che sarebbe successo.

Di nuovo, a mezzanotte gli elfi arrivarono. Quando videro i vestiti sul tavolo, li presero e indossarono subito. Poi, cantando e ballando felici, uscirono dalla finestra.

Da quel giorno, gli elfi smisero di recarsi a casa del calzolaio. Grazie al loro aiuto, però, l’attività era ripartita e da allora gli affari del calzolaio andarono sempre bene.

Articolo creato 47

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto