giappone

Le avventure di Momotaro

Viveva un tempo sulle montagne del Giappone una vecchia coppia che non aveva figli.

Un giorno, mentre lavava i panni nel fiume, la moglie vide una pesca che galleggiava nell’acqua e veniva portata a valle dalla corrente. La raccolse e la portò a casa.

La sera, il marito la aprì per mangiarla, ma vi trovò dentro un minuscolo bambino che piangeva.

I due crebbero il bambino come un figlio e gli diedero il nome di Momotaro (“primogenito della pesca”).

Quando fu cresciuto, un giorno Momotaro disse che voleva andare all’isola degli orchi per combatterli e conquistare ricchezze. Chiese quindi alla madre di dargli cibo per il viaggio.

La madre gli preparò un cestino di polpette di miglio. Momotaro le prese e partì.

Lungo la strada, incontrò una scimmia; le diede una delle polpette, e lei in cambio accettò di accompagnarlo nella sua impresa.

Poco più avanti, incontrò un fagiano; anche a lui diede una polpetta e anche lui decise di accompagnarlo.

Infine, si imbatté di un cane; anche questo, dopo aver ricevuto una polpetta, decise di unirsi alla spedizione contro gli orchi.

Una volta giunto all’isola degli orchi, Momotaro attaccò il castello insieme agli animali: il fagiano volò sopra il cancello, la scimmia si arrampicò sulle mura, il cane aiutò il ragazzo a forzare la porta d’ingresso. Insieme, combatterono gli orchi e li sconfissero.

Momotaro tornò quindi a casa con grandi ricchezze e i suoi genitori poterono trascorrere la vecchiaia con grandi agi.

Articolo creato 91

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto