catalogna

Tarongeta

C’era una volta una regina che aveva uno specchio magico. Tutti i giorni, lo specchio le diceva che era la donna più bella del mondo.

Venne il giorno in cui la regina diede alla luce una bambina, che chiamò Tarongeta. Da quel giorno, lo specchio smise di farle complimenti.

La regina cominciò a provare risentimento verso la figlia. Quando questa era ormai una ragazza, ordinò a due servitori di portarla nel bosco e ucciderla. I servi però non ne ebbero il coraggio e la lasciarono fuggire.

Tarongeta trovò ospitalità in una casa dove vivevano tredici giganti, a cui iniziò a fare da serva. La regina capì però che i servitori le avevano mentito e ingaggiò una strega per uccidere Tarongeta.

La strega trovò Tarongeta e le regalò un anello. Appena la ragazza lo mise al dito, cadde vittima di un sonno magico.

I giganti, credendola morta, deposero il suo corpo in una caverna. Un giorno, un principe passò di lì, vide la giovane addormentata e se ne innamorò.

La fece così portare al castello, in una stanza tutta per lei dove ogni giorno andava ad ammirarla.

Un giorno una serva, notando l’anello che Tarongeta aveva al dito, pensò di rubarlo e tenerlo per sé. Appena l’ebbe sfilato, la giovane si risvegliò dal sonno magico. Lei e il principe si sposarono e vissero a lungo felici e contenti.

Articolo creato 91

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto