grecia

Europa

Europa era figlia del re di Tiro, una delle più importanti città della costa fenicia. Un giorno, Zeus, padre degli dei, si invaghì della sua bellezza.

Europa stava aiutando altre fanciulle a pascolare una mandria di buoi e giumente in riva al mare. Zeus apparve tra loro sotto le sembianze di un toro bianco, dal mantello candido come la neve, con corna che sembravano di gemma pura, un corpo muscoloso e fiero.

Era un animale meraviglioso e non c’era nel suo aspetto nulla di minaccioso. Europa si mise a giocare con lui e a un certo punto gli salì in groppa.

Subito, Zeus cominciò a galoppare sull’acqua, portando Europa lontana.

Solo quando furono lontani, su una piccola isola, Zeus le rivelò la sua vera identità.

Dall’amore tra i due nacquero tre figli: Radamante, Sarpedonte e Minosse.

In seguito, Zeus portò Europa sull’isola di Creta. Qui Europa divenne sposa del re, Asterio, che adottò i figli che lei aveva avuto dal dio.

Alla morte di Asterio, Minosse regnò su Creta, diventando un sovrano famoso e temuto. Dalla civiltà cretese ebbe origine quella greca, e da quella greca una cultura che si espanse in tutte le terre a nord del Mar Mediterraneo.

Per questo, quella porzione di mondo fu in seguito chiamata con il nome di Europa.

Articolo creato 91

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto